Nella foto: da sinistra il Presidente della Fonmed Giuliano D’Antonio, la fotografa Emanuela Braghin, la vincitrice del premio Menzione Speciale, Virginia Barrett.

Si è conclusa domenica 12 settembre 2021 la IV edizione della Rassegna Internazionale del Cortometraggio MED-LIMES “Ai Confini del Mediterraneo”, Immagini e racconti dai confini del Mediterraneo.

Durante la manifestazione, le opere selezionate sono state proiettate, a ciclo continuo, presso la splendida cornice del “Palazzo Fruscione”.

Nella fase finale della manifestazione, i 30 cortometraggi selezionati sono stati valutati da 3 giurie: la Giuria Ufficiale, costituita da personalità del mondo del cinema, del giornalismo e della cultura, la Giuria Giovani, composta da ragazzi fino a 25 anni di età, e la Giuria Popolare rappresentativa del pubblico che ha partecipato alla manifestazione.

Il metro di valutazione si è fondato sulla base della compatibilità con gli Obiettivi di Sviluppo Sostenibile (SDG’s) e della compatibilità con il Mediterraneo; nonché le giurie hanno espresso giudizi sulla regia, sulla scenografia, sulla fotografia e sulla sceneggiatura dei film con un voto numerico da 1 a 5.

I giudizi raccolti hanno decretato i cortometraggi vincitori e ogni giuria ha conferito una targa premio:

  1. Premio Giuria Ufficiale destinato al corto “Gli squali di Lampione” (Italia) di Marco Spinelli, per aver documentato un progetto di ricerca della French Facility for Global Environment e dalla Fondazione Principe Alberto II di Monaco finalizzato a monitorare la presenza degli squali grigi “Carcharhinus plumbeus” intorno all’isola di Lampione appartenente alla AMP delle Isole Pelagie (Canale di Sicilia, Italia meridionale) e fornire una valutazione preliminare dei potenziali effetti delle attività di immersione e della nautica da diporto sulla presenza degli squali. Il documentario racconta che lo squalo grigio è una specie diffusa di acque costiere e continentali in zone tropicali e temperate, attualmente classificata come “quasi minacciata” a livello globale dalla IUCN (Unione Internazionale per la Conservazione della Natura), ma “in pericolo di estinzione” nel Mar Mediterraneo a causa della minaccia dell’uomo.
  2. Premio Giuria Giovani destinato al corto “Jelly” (Italia) di Giovanna Senatore, per aver trattato il tema dell’inquinamento del mare mediante un cortometraggio di animazione.
  3. Premio Giuria Popolare conferito al corto “Il nostro nome è Anna” di Mattia Mura Vannuzzi, per aver trattato il tema della discriminazione ispirandosi ad Anna Frank, rappresentando la stessa il simbolo di tutti i bambini vittime della Shoah ma anche di quelli che oggi continuano ad essere discriminati. Il film racconta che gli ideali di Anna Frank sono condivisi attraverso gli occhi di un’adolescente contemporanea di nome Anna.

Infine, una menzione speciale è stata conferita, dalla Fondazione FONMED, alla fotografa Emanuela Braghin per la mostra fotografica “Mare Nostrum” attraverso il Premio Mediterraneo Alfonso D’Antonio “Uomo di mare”.

In questa quarta edizione della Rassegna, i temi considerati emergenti hanno riguardato la discriminazione sociale (SDG 10), l’inquinamento ambientale e la tutela degli ecosistemi (SDG’s 13,14,15). Ricorrente è, infatti, il tema dell’ambiente e dei cambiamenti climatici e del loro ruolo nel futuro tanto che è bisogno comune quello di lanciare un grido di aiuto verso le istituzioni internazionali e italiane affinché si impegnino al rispetto e all’attuazione degli SDG’s per garantire un futuro che sia più sostenibile dal punto di vista economico, sociale e ambientale.

Ed è per questo che ringraziamo i registi premiati per aver affrontato temi di enorme spessore culturale e ambientale, contribuendo a smuovere le coscienze soprattutto dei più giovani e a far riflettere su quei piccoli passi che ognuno di noi può intraprendere per restituire proprio alle future generazioni un mondo migliore.

MED-LIMES è proprio questo: un mezzo di conoscenza e di comunicazione, veicolo di emozioni e sentimenti, tali da spronare l’apprendimento dei 17 Obiettivi di Sviluppo Sostenibile propri dell’Agenda 2030 e l’attenzione ai temi caldi del Mediterraneo.

 

Salerno, 28 maggio 2018

 

L’articolo su Salerno notizie:

https://www.salernonotizie.it/2018/05/28/salerno-successo-per-la-rassegna-internazionale-del-cortometraggio-med-limes/

 

Scarica Comunicato stampa – french

Scarica Comunicato stampa- english